La prima opera importante realizzata nell’ambito ferroviario è stato lo Scalo di Alessandria. Da allora l’Impresa Luigi Notari S.p.A. ha mantenuto l’Azienda Ferrovie dello Stato tra i suoi più importanti clienti sviluppando nei decenni una capacità imprenditoriale sia a livello di risorse umane che di attrezzature.

Negli anni ha operato lungo le linee di tutte le regioni italiane, sia in regime di presenza che in assenza di esercizio ferroviario.

Ponti, gallerie, muri di sostegno, sottopassi, stazioni, fermate, linee nuove, sono i lavori eseguiti in quest’ambito che ci hanno consentito avere le referenze necessarie per diventare in Italia uno degli operatori più importanti nell’albo di RFI (Capacità di realizzare lavori per importi illimitati) in presenza di Esercizio Ferroviario, sia in galleria che lungo linea.

Le medesime referenze ci hanno consentito di proporci anche all’estero dove, soprattutto in Svizzera, abbiamo già realizzato importanti interventi sia di costruzione di nuove linee (Mendrisio – Stabio) che di ristrutturazione di linee esistenti (Albulatunnel – Gambarogno)

L’impresa possiede treni cantiere, locomotori, carri ferroviari semplici e attrezzati (pianali, frese, betonaggio, iniezioni, spritzbeton, perforazioni), carrelli soccorso e caricatori strada-rotaia, in numero considerevole e tale da consentirle di essere autonoma nella gestione di tutti i lavori che affronta.


Alcune realizzazioni

Galleria Monte Olimpino

Progettazione esecutiva ed esecuzione dei lavori di ripristino definitivo della galleria Monte Olimpino tra i km 3+258 e 4+053 della linea ferroviaria Milano - Chiasso PRINCIPALI LAVORAZIONI ESEGUITE: Il lavoro in oggetto riguarda il profondo ripristino della galleria ferroviaria a doppio binario di Monte Olimpino. Le lavorazioni principali possono essere raggruppate in due macro-interventi. Il primo di essi riguarda sostanzialmente la riprofilatura e l’impermeabilizzazione del tunnel, dove si è proceduto nel consolidare i piedritti tramite loro idrodemolizione e successiva centinatura. In un secondo momento si è proceduto nel consolidare la galleria nel punto di connessione arco rovescio/piedritti grazie a delle iniezioni cementizie e di resina. Quindi si è abbassato l’arco rovescio tramite fresatura. Sono stati inoltre realizzati tiranti e micropali di consolidamento del terreno. Infine le lavorazioni si sono completate con il completo rifacimento dell’intero profilo della galleria, andando a gettare l’arco rovescio e successivamente i piedritti e la volta grazie all’utilizzo di un cassero semovente studiato appositamente per il progetto specifico. Abbiamo realizzato l’impermeabilizzazione della galleria con doppia membrana in poliolefine con sistema vacuum. Il secondo macro-intervento ha invece riguardato l’adeguamento della sagoma resosi necessario a causa di un ingente cedimento subito. Si è proceduto quindi ad una demolizione a tutta sezione tramite metodo di scavo meccanico tradizionale, cui è seguita la centinatura e infine la realizzazione del rivestimento attraverso getto di calcestruzzo. Parti di queste lavorazioni (consolidamenti e idrodemolizione, tagli e posa delle centine reticolari) sono state eseguite con la tratta a doppio binario sotto traffico ferroviario.

vedi tutte le opere